La ricerca scientifica.

Scopri la ricerca scientifica per riequilibrare il metabolismo!

La ricerca scientifica: l'uso dei campi magnetici per la salute

La ricerca scientifica in campo biofisico ha raggiunto un livello interessante anche per un uso domestico.

Oggi abbiamo a disposizione apparecchi domiciliari, oltre che ambulatoriali, per una cura quotidiana della propria salute, in autonomia e semplicità.

Questo libro raccoglie una serie di articoli di PubMed riguardanti uno specifico settore: una fisioterapia di utilizzo semplicissimo, adatta all’uso domestico.

Sarete sorpresi di scoprire quante malattie si possono curare senza assumere farmaci, o riducendone l’uso al minimo indispensabile.
E quanti farmaci di uso comune si possono evitare, evitandone i gravi effetti collaterali.

Cose che nessuna Big Pharma vi verrà mai a raccontare…

 

I più recenti studi in vitro hanno consentito di migliorare la nostra comprensione di due effetti terapeutici degli ELF-EMF ormai noti da tempo, quali la guarigione delle ferite cutanee e la riparazione delle fratture ossee.

La sigla ELF-EMF indica campi elettromgnetici a bassa frequenza di bassa intensità; per dare un’idea, l’intensità è confrontabile o inferiore a quella del normale magnetismo terrestre.

Gli studi su animali, oltre a confermare le già note potenzialità di utilizzo degli ELF-EMF a fini analgesici o in ambito ortopedico (riparazione di fratture e osteoporosi) prospettano nuove ed interessanti possibilità di applicazione nel settore oncologico, neurologico, metabolico, post-chirurgico.

Anche gli studi sull’uomo confermano le possibilità di applicazione che sono di uso già consolidato (analgesia, fratture, osteoporosi, guarigione delle ferite).

Le novità più stimolanti vengono invece da studi che hanno mostrato una possibile efficacia in alcune patologie neurologiche.

In conclusione, i campi elettromagnetici ELF rappresentano attualmente una convincente prospettiva terapeutica, supportata da prove sperimentali che sono già coerenti e consistenti.

Sono ancora in corso una maggiore quantità e qualità di studi scientifici in questo settore.

È disponibile su Amazon, in versione kindle e cartaceo.

Buona lettura a tutti!

 

E per prima cosa puoi visitare il mio blog.

Questo può essere un buon punto di partenza…

Salute e cultura: scopriamo i campi magnetici

I più recenti studi in vitro hanno consentito di migliorare la nostra comprensione di due effetti terapeutici degli ELF-EMF ormai noti da tempo, quali la guarigione delle ferite cutanee e la riparazione delle fratture ossee.

La sigla ELF-EMF indica campi elettromgnetici a bassa frequenza di bassa intensità; per dare un’idea, l’intensità è confrontabile o inferiore a quella del normale magnetismo terrestre.

Gli studi su animali, oltre a confermare le già note potenzialità di utilizzo degli ELF-EMF a fini analgesici o in ambito ortopedico (riparazione di fratture e osteoporosi) prospettano nuove ed interessanti possibilità di applicazione nel settore oncologico, neurologico, metabolico, post-chirurgico.

Anche gli studi sull’uomo confermano le possibilità di applicazione che sono di uso già consolidato (analgesia, fratture, osteoporosi, guarigione delle ferite).

Le novità più stimolanti vengono invece da studi che hanno mostrato una possibile efficacia in alcune patologie neurologiche.

In conclusione, i campi elettromagnetici ELF rappresentano attualmente una convincente prospettiva terapeutica, supportata da prove sperimentali che sono già coerenti e consistenti.

Sono ancora in corso una maggiore quantità e qualità di studi scientifici in questo settore.

È disponibile su Amazon, in versione kindle e cartaceo.

Buona lettura a tutti!

 

E per prima cosa puoi visitare il mio blog.

Questo può essere un buon punto di partenza…

Salute e cultura: scopriamo i campi magnetici

 

Un’altra buona idea è rimanere in contatto.

Riceverai la notifica dei nuovi articoli pubblicati.

Si tratta di informazioni esclusive del tutto gratuite.