Crea sito

Piede diabetico

 

Piede diabetico

Il piede diabetico e Bemer

Il Prof. Piergiorgio Pastore, intervenendo al quinto Convegno Medico di Bemer Italia, ha presentato i risultati delle sue esperienze cliniche.

Introduzione

Il diabete provoca patologie macro e micro vascolari combinate con neuropatie che possono essere sensibili, motorie e/o autonome.
Le complicazioni di questa disfunzione del metabolismo sono diretta conseguenza del danno al microcircolo.
Raramente le terapie convenzionali farmacologiche riescono ad avere successo nel limitare i relativi gravi danni.

Obbiettivo

Si tratta di uno studio randomizzato e comparato con un gruppo di controllo.
L’obbiettivo è valutare e confermare l’efficacia della terapia fisica vascolare Bemer nella sindrome del piede diabetico.
Gli studi sono stati effettuati presso il Policlinico Umberto I a Roma, nel corso dell’anno 2015.

Metodo

Una equipe di tre specialisti ha selezionato due gruppi di pazienti omogenei per caratteristiche cliniche.
Un gruppo è stato trattato in modo convenzionale, l’altro oltre ai farmaci previsti ha utilizzato la terapia Bemer.
I medici attendevano come risultato una riduzione dell’estensione delle ulcere e un minor numero di accessi ambulatoriali, con relativa riduzione dei costi diretti e indiretti.

Risultati

Il gruppo trattato con Bemer ha ottenuto i seguenti benefici:

• Aumento dell’effetto di antibiotici sistemici
• Riduzione della immunosoppressione
• Conseguente riduzione della carica batterica
• Controllo dell’acidosi
• Aumento dei fattori di crescita
• Riduzione della metalloproteasi.

Tutto questo è stato ottenuto con due mesi di trattamento.

Conclusioni

La terapia fisica vascolare Bemer, agendo sul microcircolo, ha una azione disintossicante, energica e vasomotoria.
Tale azione contrasta il danno provocato dall’iperglicemia sui vasi sanguigni, soprattutto quelli di calibro inferiore.
Gli effetti sono evidenti nel contrasto al piede diabetico.
Queste immagini documentano in modo evidente i risultati ottenuti dopo 60 giorni di applicazioni.

 

Ulcera diabetica

Ulcerazione dell’arto inferiore dovuta al diabete

Piede diabetico

L’immagine si commenta da sé…

 

Articoli correlati

La salute, un bene oggi da difendere

Salute e cultura: scopriamo i campi magnetici

Pubblicato da marcoverdinelli

Fin da ragazzo mi sono interessato di elettronica. Un'estate andai in vacanza in montagna - si, in estate preferisco il fresco dell'altezza... - con gli amici; c'era una piscina riempita con l'acqua del locale torrente. Gelida. In quell'occasione mi venne una dolorosissima tallonite, che mi impedì di avvicinarmi a quell'acqua per tutto il tempo. Vi lascio immaginare l'arrabbiatura... Ma qui entra in gioco l'elettronica. Prima di partire, avevo visto il progetto di un apparecchio elettromedicale sulla rivista Nuova Elettronica. Tornato a casa, alzai il telefono e ordinai il kit. Lo montai, feci 20 giorni di applicazioni, e... Da allora sono passati oltre trent'anni, e non ho mai più avuto talloniti! Fu l'inizio di un grande amore... E oggi ho finalmente trovato un'azienda che ha sviluppato la ricerca scientifica nel settore, e propone apparecchi di uso semplicissimo che hanno un'efficacia grandemente superiore.

Rispondi