Crea sito

Mal di schiena lombare

Mal di schiena lombare

Il mal di schiena lombare, con interessamento del territorio L5

TRATTO DAL 3° CONVEGNO NAZIONALE SIBE, SOCIETÀ ITALIANA BIOFISICA ELETTRODINAMICA, 2010

 

dr.ssa Maria Esther Verrocchio, dr. Francesco Crescentini

D.S.B. di Roseto – A.S.L. di Teramo – ITALIA

D.S.B di Pescara – ITALIA

UROS Bioelectromagnetics, Monterotondo, Roma

 

La finalità del lavoro è quella di dimostrare come si possa:

  • ridurre il dolore
  • migliorare la qualità della vita quotidiana
  • diminuire la contrattura muscolare antalgica di difesa dei muscoli paravertebrali e non
  • ottimizzare la postura
  • prolungare i tempi per un eventuale, se necessario, intervento chirurgico di decompressione dell’ernia

attraverso la terapia fisica con i campi magnetici complessi multifrequenziali.

 

I risultati hanno comprovato l’efficacia di questa metodica sul dolore, l’edema perineurale e le contratture muscolari nella maggior parte dei 50 casi analizzati.

Materiali e Metodi

Ho adoperato l’apparecchio CMF-PT Seqex®inside della MFI srl di Roma – con concentratore/amplificatore di segnale.

Ho valutato pazienti di età compresa tra 28 e 83 anni, di cui il 55 % donne e il 45% uomini, per un totale di 50 casi.

Le sedute sono state cadenzate 1 ogni 3 giorni con programma

  • antiedema,
  • analgesico,
  • decontratturante
  • e antinfiammatorio alternativamente

Risultati sul mal di schiena lombare

  •  donna con ernia espulsa, migrata in alto L5, dolore migliorato alla decima seduta e con risoluzione alla quattordicesima.
  •  uomo con ernia espulsa L5, dolore migliorato alla quinta seduta e con risoluzione all’undicesima.
  •  uomo con sciatalgia S1 bilaterale con dolore migliorato alla sesta seduta e con risoluzione alla decima.
  •  47 casi di ernie protruse con dolore migliorato alla quarta seduta e con risoluzione del dolore all’ottava.

Meccanismo d’azione

I campi magnetici complessi multifrequenziali agiscono tramite l’effetto di ciclotrone del calcio che venendo dislocato rispetto al recettore del glutammato

  • inibiscono la trasmissione nei recettori NMDA,
  • incrementano l’espressione genica di neuropeptidi come la dopamina, la serotonina, le endorfine e la sostanza P modificando il trend del dolore, nel mal di schiena lombare.
  • Eliminano l’edema per azione sulle proteine trans-membrana attraverso l’effetto della variazione conformazionale di queste proteine fra cui le acquaporine.
  • Hanno anche un effetto immunomodulante.

Conclusioni

 

Il CMF-PT è un ottimo supporto terapeutico per eliminare il dolore, che è l’ostacolo principale, per migliorare la qualità di vita quotidiana di un paziente che soffre.

A tali pazienti il più delle volte viene proposto solo l’intervento chirurgico come unico approccio risolutivo del dolore da ernia discale.

Tutti i casi esaminati hanno avuto esito positivo con terapia fisica analgesica,

anche se con un numero di sedute differenziato da un caso all’altro, in relazione al danno anatomico.

 

Articoli correlati

Cure dentali e campi magnetoelettrici

Salute e cultura: scopriamo i campi magnetici

Pubblicato da marcoverdinelli

Fin da ragazzo mi sono interessato di elettronica. Un'estate andai in vacanza in montagna - si, in estate preferisco il fresco dell'altezza... - con gli amici; c'era una piscina riempita con l'acqua del locale torrente. Gelida. In quell'occasione mi venne una dolorosissima tallonite, che mi impedì di avvicinarmi a quell'acqua per tutto il tempo. Vi lascio immaginare l'arrabbiatura... Ma qui entra in gioco l'elettronica. Prima di partire, avevo visto il progetto di un apparecchio elettromedicale sulla rivista Nuova Elettronica. Tornato a casa, alzai il telefono e ordinai il kit. Lo montai, feci 20 giorni di applicazioni, e... Da allora sono passati oltre trent'anni, e non ho mai più avuto talloniti! Fu l'inizio di un grande amore... E oggi ho finalmente trovato un'azienda che ha sviluppato la ricerca scientifica nel settore, e propone apparecchi di uso semplicissimo che hanno un'efficacia grandemente superiore.

Rispondi