Crea sito

Quanto costa la salute?

quanto costa la salute, e quanto costa perderla?

Quanto costa la salute?

Probabilmente ti starai chiedendo quanto costa acquistare un apparecchio biomedicale.

Ma la domanda vera è un’altra.

Quanto costa perdere la salute?

E di conseguenza, quanto vale un metodo semplice, alla portata di tutti, che aiuta a conservarla e a recuperarla?

 

In primo luogo, un apparecchio biomedicale “serio” consente di curare moltissime malattie e disturbi senza l’uso di farmaci, o riducendo al minimo i dosaggi.

Ho evidenziato che deve essere serio, perché in commercio c’è tantissima roba che non ha alcuna validazione scientifica.

Prendiamoci un orizzonte temporale di dieci anni, e vediamo cosa significa per le nostre tasche.

Oggi stai acquistando farmaci per malattie, benessere e bellezza. Quindi

  • SPENDi SOLDI, e solo tu sai quanti;
  • ASSUMI sostanze che ti intossicano;
  • OTTIENI RISULTATI temporanei e aleatori, e nonostante tutto ciò…                                                                                                                                                                                                                .
  • la TUA SALUTE NON È SODDISFACENTE.

 

Facciamo due conti, almeno grossolani.

Possiamo calcolare una spesa di 100 euro al mese?

Se è così, stai spendendo 1200 euro l’anno, e 12.000 euro in dieci anni, SOLO per acquistare farmaci e cosmetici, e SENZA RISOLVERE NULLA.

Mi sembra evidente che…

l’ipotesi che ho fatto è veramente minimale.

Infatti moltissime persone, soprattutto gli anziani, spendono cifre molto più rilevanti.

E questa cosa è perfettamente logica: infatti ogni farmaco causa effetti collaterali, e di conseguenza richiederà ulteriori farmaci per tentare di curare le malattie causate.

Le cosiddette malettie iatrogene.

Un effetto assolutamente gradito dalle Big Pharma, che guadagnano non guarendo le persone, ma cronicizzandone le patologie.

Un esempio?

Per curare i tumori vengono somministrati cocktail di farmaci costosissimi, la cosiddetta chemioterapia.

E l’assunzione di tali farmaci spesso costa non soltanto denaro, ma soprattutto costa la vita!

Per contrastare gli effetti avversi di tale metodologia di cura, che comporta un grave stress ossidativo, è stato sperimentato con successo l’utilizzo complementare di un apparecchio biomedicale.

In tal modo si riesce a ridurre il dosaggio della chemioterapia – con ovvi benefici sia in termini di salute che economici – e si ottiene un importante risultato di contrasto allo stress ossidativo.

Per maggiori dettagli, potete vedere questo articolo.

 

Ecco, abbiamo visto quanto vi costa… NON attrezzarvi con un apparecchio biomedicale!

 

Articoli correlati:

Effetti dei campi magnetici ultradeboli complessi sulla pressione intraoculare in pazienti glaucomatosi, o ipertesi oculari, in trattamento farmacologico. Follow-up a 180 giorni.

Gli effetti terapeutici dei campi magnetici ELF

 

Pubblicato da marcoverdinelli

Fin da ragazzo mi sono interessato di elettronica. Un'estate andai in vacanza in montagna - si, in estate preferisco il fresco dell'altezza... - con gli amici; c'era una piscina riempita con l'acqua del locale torrente. Gelida. In quell'occasione mi venne una dolorosissima tallonite, che mi impedì di avvicinarmi a quell'acqua per tutto il tempo. Vi lascio immaginare l'arrabbiatura... Ma qui entra in gioco l'elettronica. Prima di partire, avevo visto il progetto di un apparecchio elettromedicale sulla rivista Nuova Elettronica. Tornato a casa, alzai il telefono e ordinai il kit. Lo montai, feci 20 giorni di applicazioni, e... Da allora sono passati oltre trent'anni, e non ho mai più avuto talloniti! Fu l'inizio di un grande amore... E oggi ho finalmente trovato un'azienda che ha sviluppato la ricerca scientifica nel settore, e propone apparecchi di uso semplicissimo che hanno un'efficacia grandemente superiore.

Rispondi